Lago Maggiore alle 6 di mattina…

Standard

…sottotitolo: una delle poche cose belle dello svegliarsi all’alba.

Sabato mi son dovuta svegliare all’alba: colloquio a Milano per un posto da medico in soggiorni estivi per ragazzi in tutta Italia (spero mi prendano per il villaggio in Sardegna! 😛 ).

Svegliarsi alle 5:30 il sabato mattina per andare a prendere il treno, devo dire che è stato traumatico. Ma tutto è stato ripagato dalla vista del lago alle prime luci dell’alba: non potevo non fargli una foto al volo!

Per il lavoro estivo invece, incrocio le dita!

L’immagine presente in questo articolo è di proprietà dell’autrice del Blog.

 

Lago di Mergozzo…

Standard

…ovvero: “come, a volte, non sia necessario fare km su km per trovare posti incantevoli: basta girare l’angolo”.

Nelle domeniche di sole primaverili io e la mia metà diciamo addio ai giri nei centri commerciali (che ci hanno fatto compagnia durante i mesi freddi) e ci dedichiamo a gitarelle all’aria aperta.

Abbiamo la fortuna di abitare nella zona dei laghi, quindi possiamo scegliere tra diverse mete per passare i pomeriggi.

Oltre i più famosi Lago Maggiore e Lago d’Orta esiste anche il Lago di Mergozzo, che non ha niente da invidiare ai due fratelli più blasonati essendo uno dei laghi più puliti d’Italia.

Devo ammettere che, prima di quest’anno, non c’ero mai stata. Ma è sempre così che succede: i bei posti a 2 passi da noi sono sempre gli ultimi ad essere scoperti.

L’immagine presente in questo articolo è di proprietà dell’autrice del Blog.