Auschwitz-Birkenau…

Standard

…un posto da vedere almeno una volta nella vita, per rendersi conto della crudeltà umana.

L’anno scorso in Agosto ero super impegnata in Laboratorio per la tesi.

Ricordo ancora le parole del mio simpatico Prof: “Quest’anno ad Agosto dovrai stare in laboratorio…tanto mica avrai intenzione di andare in vacanza per più di una settimana a Ferragosto?“.

Io e la mia dolce metà non volevamo rinunciare a visitare qualche posto nuovo, ma dove andare in una settimana con un budget ridotto? Soprattutto se la settimana in questione è quella di Ferragosto, la più cara dell’anno! Continua a leggere

Annunci

Lago Maggiore alle 6 di mattina…

Standard

…sottotitolo: una delle poche cose belle dello svegliarsi all’alba.

Sabato mi son dovuta svegliare all’alba: colloquio a Milano per un posto da medico in soggiorni estivi per ragazzi in tutta Italia (spero mi prendano per il villaggio in Sardegna! 😛 ).

Svegliarsi alle 5:30 il sabato mattina per andare a prendere il treno, devo dire che è stato traumatico. Ma tutto è stato ripagato dalla vista del lago alle prime luci dell’alba: non potevo non fargli una foto al volo!

Per il lavoro estivo invece, incrocio le dita!

L’immagine presente in questo articolo è di proprietà dell’autrice del Blog.

 

Baviera…

Standard

…ovvero: il fascino del viaggio in automobile.

Esattamente 3 anni fa oggi, io e la mia metà partivamo per un viaggio on the road.

Avevo infatti regalato alla mia metà un soggiorno a Monaco di Baviera. Abitando nel nord Italia (ed essendo la capitale Bavarese distante “solo” 6 ore da noi) abbiamo deciso di affrontare il viaggio in automobile. Questo ci ha permesso non solo di testare l’efficienza del manto stradale teutonico (veramente una tavola da biliardo) e di provare il brivido dell’alta velocità (le autostrade in Baviera, oltre ad essere gratuite, non hanno i limiti di velocità), ma anche di ammirare gli splendidi paesaggi bucolici: immensi prati verdi con fiorellini gialli e le mucche a pascolare.

Grazie all’auto abbiamo potuto anche fare tappa una giornata a Schwangau. Il nome in sè può non dire molto (è un paesino di 3000 abitanti), ma sicuramente conoscerete il suo ospite più maestoso: il castello di Neuschwanstein.

Questo non si può definire un castello, ma IL castello per eccellenza. Con le sue guglie, la sua imponenza e il suo candore non può non essere associato ad un posto da fiaba (anche Walt Disney prese spunto per ideare il castello de “La bella addormentata nel Bosco”). Una volta viste le sue maestose stanze, ogni altro castello che visiterete non lo reputerete all’altezza!

Il modo migliore per ammirarlo (e fotografarlo) è dal Marienbrucke: un piccolo ponte su uno strapiombo vertiginoso, decisamente non adatto a chi soffre le altezze

Ma per ammirare uno spettacolo del genere, forse si può cercare nel proprio cuore un po’di coraggio…o resistere il tempo per una foto (ed, eventualmente,  svenire poco dopo!)

L’immagine presente in questo articolo è di proprietà dell’autrice del Blog.

Lago di Mergozzo…

Standard

…ovvero: “come, a volte, non sia necessario fare km su km per trovare posti incantevoli: basta girare l’angolo”.

Nelle domeniche di sole primaverili io e la mia metà diciamo addio ai giri nei centri commerciali (che ci hanno fatto compagnia durante i mesi freddi) e ci dedichiamo a gitarelle all’aria aperta.

Abbiamo la fortuna di abitare nella zona dei laghi, quindi possiamo scegliere tra diverse mete per passare i pomeriggi.

Oltre i più famosi Lago Maggiore e Lago d’Orta esiste anche il Lago di Mergozzo, che non ha niente da invidiare ai due fratelli più blasonati essendo uno dei laghi più puliti d’Italia.

Devo ammettere che, prima di quest’anno, non c’ero mai stata. Ma è sempre così che succede: i bei posti a 2 passi da noi sono sempre gli ultimi ad essere scoperti.

L’immagine presente in questo articolo è di proprietà dell’autrice del Blog.

Il più bel ricordo di viaggio…finora!

Standard

Adoro viaggiare ma, per motivi economici, non riesco a fare tutti i viaggi che desidererei. Posso comunque considerarmi fortunata perché,  pur non lavorando, sono riuscita a visitare, per ora, il 10% del Mondo (o almeno così è indicato il mio profilo di TripAdvisor). Resto comunque dell’idea che la Terra sia un posto troppo grande, che i posti incantevoli siano troppi e, purtroppo, la vita troppo breve per poterli ammirare tutti.

Per questo, appena posso, preferisco spendere i soldi per un viaggio piuttosto che per altro. Penso che i ricordi di viaggio siano la cosa più preziosa che si possa collezionare.

Se devo pensare al più bel ricordo di viaggio fino ad ora non avrei dubbi: AGOSTO 2012, battello sul Bosforo e, davanti a me, il profilo di Istanbul al tramonto da cui sono riconoscibili la torre di Galata e i minareti delle moschee…qualche gabbiano che incrocia la mia visuale e il canto del Muezzin a fare da sottofondo.

Ho ancora la pelle d’oca al solo pensiero.

E il vostro più bel ricordo di viaggio?

L’immagine presente in questo articolo è di proprietà dell’autrice del Blog.